Le cinque categorie premiate

Ecco i progetti che hanno vinto l’edizione 2022 di ITS 4.0

Il progetto che ha vinto l’edizione 2022 di ITS 4.0 è Doccia ++, una doccia sostenibile che punta al risparmio idrico ed energetico. Qui anche i premiati delle altre categorie

Si è chiusa con un premio alla sostenibilità l’edizione 2022 di ITS 4.0, un percorso cominciato lo scorso febbraio e che ha coinvolto 70 istituti tecnici superiori su tutto il territorio nazionale.

La giornata conclusiva della quinta edizione, che quest’anno si è tenuta il 5 luglio al Bioparco di Roma, ha visto la partecipazione di più di 200 fra docenti, ricercatori e studenti da tutta Italia. Le categorie a concorso erano cinque: sostenibilità, moda e design, tecnologie immersive, fabbrica intelligente e servizi digitali. A questi poi, si è aggiunta una menzione speciale alla comunicazione da parte di VoiceBook radio. I progetti vincitori dell’ITS 4.0 Day verranno presentati alla Maker Faire Rome 7-9 ottobre 2022. Passiamo in rassegna i primi classificati di ogni categoria.

Doccia ++

Gli studenti della Fondazione ITS Professionalità per lo Sviluppo Dei Sistemi Energetici Ecosostenibili di Pinerolo che hanno vinto con il progetto Doccia ++. Crediti: ITS 4.0

Il primo premio, dicevamo, va alla sostenibilità. A vincerlo, gli studenti della Fondazione ITS Professionalità per lo sviluppo dei Sistemi Energetici Ecosostenibili di Pinerolo, in Piemonte. L’idea non potrebbe essere più al passo con i tempi, data la siccità che stiamo vivendo in questo periodo nel nostro paese: si tratta di una doccia smart in grado di monitorare il consumo energetico e di acqua con l’obiettivo di migliorare le abitudini dei fruitori e di sensibilizzare contro lo spreco delle risorse idriche, senza incidere con la funzionalità e il comfort.

Un radiografo per la salute delle olive

Il primo classificato per la categoria fabbrica intelligente è un radiografo telescopico portatile a raggi X, Olive X-ray, in grado di monitorare in tempo reale l’infestazione degli ulivi da parte della mosca olearia, considerata una delle minacce più gravi a carico di queste piante. L’unicità dello strumento proposto dai ragazzi dell’ITS Nuove Tecnologie per il made In Italy nel comparto Agro-Alimentare di Viterbo, sta nella semplicità di utilizzo e immediatezza dei risultati. È infatti in grado di rilevare e calcolare la percentuale di larve all’interno delle olive, in modo da organizzare piani mirati di intervento, riducendo i tempi di raccolta, trasporto e analisi in laboratorio.

Cantiere sicuro

Un casco con sensori bluetooth collegato a un’App per smartphone/tablet e a una camera che analizza le immagini, notifica ai preposti alla sicurezza eventuali comportamenti scorretti degli operai nell’indossare dispositivi di protezione individuale. Il progetto, realizzato dai ragazzi di Fondazione ITS per le Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali e turistiche di Napoli ha vinto il primo premio nella categoria Moda e design.

Servizi digitali a supporto di case di riposo e Rsa

Medibot è un robot già in commercio al quale gli studenti dell’ITS per le Nuove Tecnologie della vita Alessandro Volta di Trieste hanno applicato alcune funzionalità in più a supporto degli ospiti e del personale delle case di riposo e Rsa. Il progetto prevede la realizzazione di un’App che consente tre funzioni: Smart delivery (consegna sicura di documenti e farmaci), Telepresence (videochiamate con familiari e altre persone esterne) e Guide me to (supporto agli ospiti nell’orientarsi all’interno della struttura). Per la funzione Smart delivery è stata stampata in 3D una cassettiera dotata di smart locker. Il progetto è il primo classificato della categoria Servizi digitali.

Calice digitale

Il primo classificato della categoria Tecnologie immersive è un progetto che sfrutta la tecnologia blockchain per classificare bottiglie di vino riserva come Nft e venderle come prodotti esclusivi sul mercato. A ciascuna bottiglia vengono associati una serie di file multimediali (audio, video, podcast) che mirano a promuovere e vendere le bottiglie con Nft su marketplace specializzati. Il progetto è stato sviluppato da ITS Agroalimentare per il Piemonte, di Bra.

Condividi questo contenuto:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Valentina Guglielmo
Collaboratrice
Dottorata in astrofisica e con un master in giornalismo scientifico, collaboro con alcune testate scrivendo soprattutto di astrofisica e scienze spaziali, salute e ambiente.
Segui l'autore:
ITS PER
COMINCIARE
Iscriviti alla newsletter di TuttoITS
Con l’iscrizione al servizio dichiaro di accettare le Informazioni sulla Privacy.