Governo

Le mancate parole sugli ITS del presidente del Consiglio Giorgia Meloni

Nelle sue dichiarazioni programmatiche al Parlamento Meloni non ha fatto alcun riferimento agli Istituti Tecnologici Superiori

Nelle sue dichiarazioni programmatiche al Parlamento il presidente del Consiglio Giorgia Meloni non ha fatto alcun riferimento agli Istituti Tecnologici Superiori. Nessuna menzione sul tema in uno dei primi snodi fondamentali del nuovo esecutivo, cioè la fiducia ottenuta dai deputati e senatori della coalizione di centrodestra. Le comunicazioni rappresentano una sorta di “manifesto”: ci dicono molto su quali saranno le priorità del nuovo governo e le linee di continuità o discontinuità con il precedente esecutivo (guidato da Mario Draghi).

Infatti una discontinuità si registra sugli ITS Academy, al centro di una riforma approvata in Parlamento nell’ultimo scorcio della XVIII legislatura, anche con il sostegno di Fratelli d’Italia, il partito guidato da Meloni. 

Nel febbraio 2021 Draghi nelle sue dichiarazioni programmatiche si soffermava sull’importanza degli investimenti contenuti nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) in favore degli Istituti Tecnologici Superiori. Il miliardo e mezzo destinato agli Istituti corrisponde a “20 volte il finanziamento di un anno normale pre-pandemia“, spiegava l’allora presidente del Consiglio.

Durante le sue comunicazioni al Parlamento, Meloni ha parlato di istruzione come “formidabile strumento per aumentare la ricchezza di una Nazione, sotto tutti i punti di vista, perché il capitale materiale non è niente se non c’è anche il capitale umano“. Ha inoltre rilevato come occorra colmare il grande divario esistente tra formazione e competenze richieste dal mercato del lavoro con percorsi formativi specifici, puntando anche a una formazione scolastica e universitaria più attenta alle dinamiche del mercato del lavoro“.

Meloni ha poi spiegato che scuola e università torneranno centrali nell’azione di Governo, perché rappresentano una risorsa strategica fondamentale per l’Italia, per il suo futuro e per i suoi giovani“. 

Nessun riferimento diretto agli ITS Academy però, i quali sono in attesa di numerosi decreti attuativi previsti dalla riforma. Provvedimenti che dovranno essere adottati, in particolare, dal neoministro dell’Istruzione e del merito, l’esponente della Lega Giuseppe Valditara

Condividi questo contenuto:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Riccardo Pieroni
Collaboratore
Giornalista freelance. Mi occupo soprattutto di politica, economia e criminalità organizzata. Ho co-fondato il portale L'Eclettico. Lavoro per l'agenzia di stampa parlamentare Public Policy.
Segui l'autore:
Iscriviti alla newsletter di TuttoITS
Con l’iscrizione al servizio dichiaro di accettare le Informazioni sulla Privacy.