Concorsi

Il diploma ITS e i concorsi pubblici

Titoli riconosciuti e misconosciuti. Storia di un diploma che vale la metà

ITS e partecipazione ai concorsi pubblici

Partecipare a un concorso pubblico è spesso un terno al lotto. Ci sono regole diverse per accedere al concorso e vengono attribuiti punteggi variabili, spesso a discrezione della commissione.

All’interno di questa enorme variabilità, come vengono considerati i diplomi ITS? Innanzitutto, con l’articolo 5 c. 7 del DPCM del 25 gennaio 2008 è stata data la possibilità di accedere ai concorsi con un diploma ITS. Quindi, dal punto di vista legale, una persona dovrebbe poter accedere a un concorso con un titolo di tecnico superiore.

Sappiamo però, in seguito a numerose e-mail dei nostri lettori, che non è sempre così. Ci sono casi in cui fa fede solo il diploma di scuola superiore per poter partecipare a un concorso. Una situazione avvilente per chi ha conseguito una specializzazione superiore in un certo settore.

C’è da sperare che la riforma dei concorsi tenga conto delle competenze tecniche e pratiche ottenute tramite un diploma ITS. Del resto, secondo la riforma, per i profili qualificati a elevata specializzazione tecnica è prevista una fase di valutazione dei titoli strettamente correlati alla natura e alle caratteristiche delle posizioni messe a bando. I titoli e l’eventuale esperienza professionale concorrono in misura non superiore a un terzo alla formazione del punteggio finale.

Il punteggio costituisce un altro elemento di discussione sull’esito dei concorsi. Purtroppo, è difficile definire quanto vale un diploma ITS. Il punteggio dei titoli è variabile e, in genere, è stabilito dalle commissioni e dai bandi. Quindi, occorre informarsi sempre prima del concorso tanto sulle possibilità di partecipare quanto sul punteggio associato a un diploma ITS. Speriamo che le riforme, sia della pubblica amministrazione sia degli ITS, possano mettere un punto fermo a questa situazione

Condividi questo contenuto:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Giulia Annovi
Collaboratrice
Giornalista freelance, con la passione per il datajournalism. Mi occupo di scienza, innovazione, tecnologie digitali e educazione.
Segui l'autore:
Iscriviti alla newsletter di TuttoITS
Con l’iscrizione al servizio dichiaro di accettare le Informazioni sulla Privacy.